La calunnia

Piazza San Venceslao, vedi nota (Praga, 1990). Racconta il buon Gioachino Rossini nella sua opera Il barbiere di Siviglia del 1816: La calunnia è un venticello, un'auretta assai gentile che insensibile, sottile, leggermente, dolcemente incomincia a sussurrar. Piano piano, terra terra, sottovoce, sibilando, va scorrendo, va ronzando; nelle orecchie della gente s'introduce destramente e le … Continua a leggere La calunnia

Sorrisi di padre*

Un abbraccio ai bravi papà del mondo. Il mio ha avuto una bellissima vita ‘normale’. Ed ha un sorriso tutto speciale di cui vi avevo già parlato… 🙂

(*) Reblog del 22 Gennaio 2019.

A roman's thoughts

Con la Moto Guzzi (Roma, 1953).

Mi infilo il giaccone, metto la sciarpa e guardo mio padre seduto davanti la televisione, gli poggio una mano sulla spalla per salutarlo prima di andare, lui si volta verso di me e mi sorride. ‘Che mi dici?’ mi chiede. Me lo ha già chiesto poco tempo fa. ‘Va tutto bene, papà, più o meno. E tu che mi racconti di bello?’ gli chiedo, di nuovo. E la risposta da un po’ di tempo, così come poco prima, è invariabilmente la stessa, ‘Che vuoi fare, la vita è una ruota che gira. Mi è andata bene, quello che dovevo fare l’ho fatto’. E poi, se è ispirato, comincia a raccontarmi di qualche lontano episodio della sua infanzia e giù di lì, dell’amata Barcellona e del parco del Tibidabo, di quando entrava gratis allo stadio della sua Lazio alla fine delle partite, o di quando…

View original post 537 altre parole

Difficoltà e cambiamenti

Crema catalana (Barcellona, 2001). Sono le difficoltà importanti che ci cambiano nel profondo. Comprendere i nostri limiti con tutte le relative conseguenze può portarci ad accettarli passivamente od a renderci determinati nel superarli migliorandoci, o almeno a provarci di fronte ad obiettivi importanti. Una scelta impegnativa, ma vitale. E, va da sé, la scelta giusta. … Continua a leggere Difficoltà e cambiamenti

Khaled

Percorsi di emigrazione in Africa. La maggior parte dei migranti che attraversano l'Africa per raggiungere l'Europa passa oggi attraverso la Libia. Anche perché in Libia, a valle della defenestrazione di Gheddafi, non esiste praticamente un governo centrale in grado di controllare il territorio, mentre le autorità locali sono pienamente partecipi allo sfruttamento economico di questo … Continua a leggere Khaled